Madian Magdalena

Chi sono? …una donna selvatica, viaggiatrice dei mondi e instancabile esploratrice, una traghettatrice di anime. Sono cresciuta ballando e con la valigia in mano, conoscendo intimamente me stessa attraverso molti folli tuffi nell’ignoto.

La mia anima si nutre e si riempie del Divino attraverso la danza e il pellegrinare, e attraverso la resa totale alla legge dei cicli, accogliendo il suo inesorabile sprofondare e risalire.

La mia connessione con i luoghi e il “selvatico” è stata viscerale fin da piccola, crescendo in natura e trascorrendo molto tempo da sola nei boschi a parlare con alberi e animali; è poi diventata ancora più intensa grazie ai molti viaggi, nati seguendo la chiamata delle terre che mi hanno “cantata a sé” come meravigliose sirene dispensatrici di doni e iniziazioni. Ho vissuto per molti anni in Asia e poi in Australia ed esplorato in solitaria meravigliose terre in tutti i continenti. Sono cresciuta attraverso la coscienza e medicina di questi luoghi potenti che mi hanno ospitata e nutrita, messa duramente alla prova e arricchita.

Dopo aver gestito e co-avviato diversi ristoranti bistrot all’estero, nel 2015 ho lasciato tutto: il lavoro di una vita, le sicurezze e soprattutto le credenze di una me in cui non mi riconoscevo più. E mi sono tuffata di nuovo nell’ignoto.

 

Da allora mi dedico intensamente al mio cammino dell’anima, seguendo la voce interiore ovunque mi porti.

In questi anni ho affrontato lunghi e intensi apprendistati e cammini nel sacro femminile, nelle tradizioni sciamaniche e infine nel grembo delle Dee e Maestre Ascese della Rosa che hanno spalancato innanzi a me una strada che mai e poi mai avrei pensato di camminare. Sono stata (re)iniziata da loro alle correnti della Rosa Rossa, Bianca e Nera, ognuna con i propri specifici insegnamenti misterici. 

L’arrivo delle Dee oscure nella mia vita mi ha a dir poco travolta e dentro alla loro caverna mi sono persa e smembrata più volte e nel caos più assoluto ho cominciato a Ricordare: uno alla volta si sono risvegliati in me vividi e potenti frammenti delle mie vite come Sacerdotessa ad Avalon e Kemet (antico Egitto) e del mio trascorso a Mu ed Atlantide. Dentro al turbinio ho iniziato a raccogliere le varie parti di me e un po’ alla volta mi sono ritrovata. 

Ribattezzata dalle Dee della Rosa dopo questa serie di dure iniziazioni cammino come “Magdalena” Sacerdotessa del Grembo e della Sacra Unione all’interno di questo lignaggio che per me è famiglia dell’anima. Continuo il cammino approfondendo sempre più le antiche arti dei Templi e le tradizioni tantriche, in piena devozione verso questo flusso a spirale che non arriva mai bensì cresce all’infinito.

Selva Amazzonica

Brasile

Machu Picchu

Villaggio Andino

Winikunka - Montaña de los 7 Colores

Borneo Malese

Bali

Australia

Thailandia

Grande Muraglia Cinese

Pechino

Pisa

Sardegna

Paola D'Ambrosio

Tecnologie sacre & STRUMENTI

Ogni sacerdotessa e sacerdote della Rosa utilizza diversi strumenti e canali a seconda del proprio cammino all’interno di questo lignaggio e delle divinità e maestri che lo guidano. Il mio cammino nello specifico mi porta a risvegliare e tessere insieme le “antiche arti del mestiere” imparate in altre vite senza identificarmi con una tecnologia o tradizione specifica bensì riunendole in me per poi utilizzarle su misura nel mio lavoro con gli altri. 

La Via della Rosa è un cammino multidimensionale che si apre all’estasi del corpo e del momento presente tanto quanto si immerge nell’etere della Matrice e nelle sacre memorie. Ciò che sono (e di conseguenza ciò che porto) riflette tutto questo.

Personalmente considero fondamentale incarnare e radicare dentro di noi le pratiche e le tecnologie sacre che risuonano con la nostra anima, tanto quanto considero importante non diventarne dipendenti e ricordarci sempre che la maestria vive in tutti noi nel respiro del corpo e nell’affidarsi all’intuito innato di cui disponiamo.

Queste le Arti che da anni utilizzo come preziose apri-porta della coscienza e come strumenti di auto-guarigione sia per me stessa che nel lavoro con gli altri: 

Arti oracolari

Unisco l’oracolo diretto di guide di luce, Divinità e Maestri Ascesi all’ascolto attento di sogni e visioni e alla navigazione nel campo Akashico, sia per aiutare le persone a ricordare la propria natura animica sia per recuperare le dimenticate memorie e conoscenze misteriche preziosamente custodite da Dee, antiche civiltà e specifici luoghi sacri di Mama Gaia. (Per oracolo diretto intendo la comunicazione che avviene attraverso il corpo e i sensi, senza l’utilizzo di alcuno strumento divinatorio esterno.)

Arti alchemiche

Cammino in costante apprendimento dagli Spiriti degli elementi e dalla sottile e sofisticata tecnologia dei cristalli. Lavoro in modo esteso con la trasmissione di energia dalle mani e con l’alchimia ad alta frequenza attraverso le frequenze planetarie, i simboli e la geometria sacra. A queste tecnologie (che io chiamo alchimie del cosmo) unisco le alchimie della terra, canalizzando e creando su misura elisir, oli e acque consacrate che con la loro frequenza sostengono la persona/coppia nel cammino. 

Arti estatiche

Accompagno uomini e donne nel tornare alla sacralità del corpo e nella dimensione estatica attraverso la danza e il movimento libero, le respirazioni alchemiche e il graduale risveglio alla sessualità sacra, che considero un cammino essenziale per la guarigione dell’umanità. Parte per me importante è contribuire a buttare giù tabù, condizionamenti e distorsioni che ci hanno fatto allontanare dal nostro corpo e ci hanno fatto credere che per essere “spirituali” dobbiamo rinnegare ciò che ci rende meravigliosamente umani. 

Arti ancestrali

Lavoro con gli Spiriti di alcune specifiche piante ed animali che mi guidano nel quotidiano e mi tengono saldamente connessa ai miei Abuelos (Antenati). Sono Portatrice di Chanupa (Pipa Sacra) e Guardiana della medicina di Nonno Tabacco secondo le tradizioni ancestrali ricevute nel mio cammino nella selva Amazzonica con la Tribo da Lua. Abuelo Tabaco mi guida nella veglia e nel sogno e negli anni mi ha insegnato la presenza, l’allineamento e il potere della preghiera.  

Arti di donna

Lavoro con la sacra medicina del sangue e la terapia mestruale. Attraverso pratiche ancestrali e moderne di ginecologia naturale unite a purificazioni energetiche delle memorie uterine accompagno le donne a recuperare una ciclicità profonda e ad incarnare nuovamente la propria autentica essenza di donna e il potere indomito del Femminile, trasmutando traumi e memorie tossiche. La mia visione del lavoro sull’utero e sull’energia Femminile include un altrettanto profondo lavoro sulla propria energia Maschile e un relazionarsi sacro con gli uomini.

Ringraziamenti dal cuore

Un grazie enorme ad ogni singola guida e uomo/donna medicina che mi ha accompagnata nel risvegliare in me queste sacre tecnologie, ricordare parti di me stessa e insegnato ad attraversare le ombre. In particolare grazie alle Sacerdotesse del lignaggio della Rosa che sono state per me faro di luce nel buio pesto della caverna oscura e che senza saperlo mi hanno mostrato la Via che mi appartiene da sempre. Grazie alle oscurità e agli abissi…..e alla Fede. 

Gratitudine infinita ai miei primissimi grandi maestri: i luoghi. Ai boschi fatati, i torrenti e le cascate, i placidi laghi e le montagne rocciose, la mia amata selva Amazzonica e le mie amate Ande Peruviane, ma anche alle città piene e in fermento con quel brulicare di vita umana. Sempre e per sempre sono innamorata di questa meravigliosa Pachamama che nonostante i soprusi antichi ed odierni è Bella da togliere il fiato. Gratitudine infinita alle molte terre e genti che mi hanno accolta, ospitata e modellata; all’intelligenza meravigliosamente selvatica di animali e piante, alla tecnologia sofisticata dei cristalli e a tutto il creato. 

Gratitudine senza tempo e senza parole ai maestri/e disincarnati/e che dai piani sottili mi guidano nel quotidiano con amore incondizionato e ai miei meravigliosi nonni e amati Antenati che vegliano su di me e mi sostengono.

Un grazie di cuore alle amicizie che crescono sempre più profonde e che condividono con me questa via piena di sana follia, onestà sempre più nuda e occhi sempre più aperti.

E il grazie più grande e sentito di tutti va alla mia fantastica e coraggiosa famiglia di matti che fin da giovanissima mi ha lasciata libera di seguire le mie passioni e vivere fuori dai sentieri battuti, e che da sempre è la roccia su cui posso appoggiarmi.

Che la Rosa Divina ti accompagni nell’incarnare la tua anima! Così sia!

Cammini individuali

LA VIA DELLA ROSA

Calendario