Sardegna mistica

Negli ultimi anni, mentre scendevo sempre più in profondità nel mio cammino con la Dea, si è risvegliato in me un viscerale richiamo per il Mediterraneo.

Memorie antiche hanno cominciato ad aprirsi sulle mie vite passate “in questa parte del mondo” e l’imperativo fiorito da dentro è stato come sempre segui e vai fino in fondo. Chi mi conosce sa che seguo la chiamata dei luoghi come un segugio: una volta che sento un profumo che mi inebria nel profondo non me lo dimentico più e lo seguo fino in capo al mondo ❤️ 

Seguendo questa fragranza di Dea e di Mediterraneo sono finita in Sardegna, terra che possiamo con gioia e sano orgoglio chiamare Italiana ma che a livello energetico e spirituale ho scoperto seguire una corrente tutta sua, fatta di storie sepolte nel silenzio dell’entroterra e di siti sacri che invece vogliono raccontarsi e condividere molte saggezze a tutti coloro che vogliono Ascoltare e Ricordare. 

La mia esplorazione in terra Sarda mi ha lasciata senza parole. Per oltre un mese mi sono addentrata nell’entroterra, giorno e notte in solitaria con la mia piccola ypsilon e delle ottime playlist per i tragitti, e devo dire che è stato uno dei mesi più mistici e profondi degli ultimi anni. 

L’intensità delle energie telluriche dell’isola è palpabile, la vibrazione della Sardegna parla una lingua che risveglia i chakra bassi, ti connette saldamente alla terra e ti invita ad entrare. E’ una frequenza incredibilmente Femminile, quel femminile selvaggio e indomito che abbiamo tutti perso o rinnegato da millenni (sia uomini che donne), quel femminile che sa perfettamente come rigenerare se stesso, quel femminile che raccoglie dentro di sé tutto ciò che è stato e che sarà. 

Immersa totalmente in questa esplorazione sacra per svariate settimane ho visitato moltissimi luoghi magici e potenti siti sacri che mi hanno aperto gli occhi e il Sentire su quella che secondo me è la frequenza che più di tutte anima questa terra: la Sardegna è un utero vivente e pulsante ❤️ 

Con le sue domus de janas (“case delle fate”) sparse ovunque, le sue grotte e le sue sorgenti curative, l’entroterra Sardo è un inno al femminile nudo e crudo che non ha bisogno di fronzoli. E’ una celebrazione costante del potere di morte e rinascita che vive dentro all’utero della donna e della Terra, è un continuo battito di forza primordiale. E’ un immenso pozzo sacro dove potersi tuffare nelle acque primordiali della Grande Madre e rinascere nella sacra unione di femminile e maschile.

Sono tornata da questo mio pellegrinaggio con una fiamma ardente nel cuore e nel ventre, questa nostra isola è un luogo fondamentale del Mediterraneo (oso dire dell’Europa intera) che con il suo intenso pulso è una chiave per Ricordare le nostre sacre origini umane e  risvegliare quel nocciolo selvatico che vive dentro ognuno di noi. 

E a risvegliare il selvatico non sono unicamente i suoi paesaggi naturali, bensì in primis sono le correnti stesse che danzano nell’aria e sotto terra, sono le vibrazioni degli incredibili siti sacri, sono le energie che emanano dai blocchi di pietra misteriosamente scolpiti, sono le minuscole entrate delle case delle fate che ti invitano nel buio silenzio interiore, sono le fragranze di una terra dove il velo tra visibile e invisibile è incredibilmente sottile

Nonostante i miei personali luoghi dell’Anima siano per lo più sparsi nel mondo, la Sardegna mi è subito entrata nel cuore e nel corpo e sono profondamente grata agli immensi insegnamenti che dona e che non vedo l’ora di condividere ❤️

Che sempre più persone possano sentire il sacro richiamo di questa terra che fa da guardiana a saggezze dimenticate da millenni e codici di risveglio per l’intera umanità 🙏

Articolo di Madian Magdalena

Madian Magdalena

Tessitrice dello Spirito, da molti anni mi guidano nei miei passi Maria Maddalena e Yeshua che mi hanno (re)iniziata alla Via della Rosa e insieme a diverse Dee di questo lignaggio hanno risvegliato in me il Ricordo. Lavoro con l’arte oracolare e l’alchimia, le sacre tecnologie del corpo e la ginecologia naturale. Conduco percorsi e pellegrinaggi in luoghi sacri che vertono sul ritorno alla Sacra Unione.